Cucine

Ottimizzare gli spazi in cucina è molto importante e le cucine componibili offrono diverse soluzioni per non rinunciare a ergonomia e praticità.

Nell’arredare ambienti piccoli, il ruolo del progettista può essere davvero prezioso: a seconda del tipo di utilizzo che farai della cucina, ti potrà infatti aiutare a scegliere tra tante soluzioni
salvaspazio.

Se ti piace invitare ospiti a cena, ma la tua casa non ti permette di scegliere un tavolo abbastanza grande da accogliere tutti i tuoi amici, potresti ad esempio optare per un tavolo a scomparsa, che
all’occorrenza ti regalerà i i posti extra di cui hai bisogno.

Se ti manca il classico sgabuzzino dove riporre i tuoi oggetti per la pulizia, invece, potresti scegliere cucine con armadi ripostiglio, per avere tutto sempre in ordine e a portata di mano.

Nel progettare la cucina, cerca di mantenere lo spazio sufficiente per poterti muovere agevolmente: lavorare in un ambiente stretto è pericoloso, oltre ad essere poco piacevole.

Se sogni una cucina con penisola o con un’isola centrale, ma gli spazi non lo consentono, ci sono alcuni accorgimenti che permettono di trovare il giusto compromesso, come configurare un piano
snack per le piccole pause, dove leggere le e-mail o organizzare un piccolo aperitivo, dividendo con praticità la cucina dal soggiorno.

Funzionalità ed estetica la troviamo anche nelle colonne estraibili. Fino a poco tempo fa progettando la cucina si avevano degli spazi inutilizzati anche di pochi centimetri che venivano colmati con dei tamponamenti. Oggi è possibile sfruttarli con le colonne estraibili che anche in soli 15 cm ci permettono di ottenere un vano utile per conserve e barattoli, o per riporre scope e materiali per la pulizia.
Anche gli angoli solitamente poco accessibili possono essere resi funzionali e pratici grazie a colonne angolari con ripiani estraibili, che rendono di facile accesso anche le zone più scomode.

Se hai ha disposizione uno spazio poco illuminato, per gli ambienti piccoli e bui sicuramente il colore principe è il bianco, che illumina e riflette la luce.

Alcuni temono che sia banale, ma in realtà non è affatto un colore scontato e offre varie possibilità di personalizzazione. Si possono infatti scegliere tonalità calde o fredde, legni con venature diverse, superfici lisce con laccatura opaca o lucida, e tante altre soluzioni anche grazie all’abbinamento con il piano di lavoro.